Blog

Il mio cane ha una riduzione degli ormoni tiroidei? – II Parte

Come si diagnostica l’ipotiroidismo?
Con la consapevolezza dell’esistenza delle “Euthyroid sick syndromes” quali eventi molto comuni, abbiamo compreso che la diagnosi di ipotiroidismo è davvero molto complessa e suscettibile di errore a differenza di quanto si pensasse in passato.


Sintomi clinici
Sono il primo elemento che induce il sospetto diagnostico nel medico veterinario, soprattutto quando sono coinvolte alopecie del manto. Purtroppo tale reperto non è affatto specifico e può essere presente in diverse condizioni patologiche.


Esami di laboratorio
Gli esami di laboratorio aspecifici, possono fornire informazioni importanti che indirettamente riflettono la
ridotta attività degli ormoni tiroidei, per questo la ricerca di ormoni specifici deve sempre essere correlata ad una valutazione ematologica generale che includa emocromo e profilo biochimico.


Ormoni tiroidei
La misurazione delle concentrazioni di ormoni tiroidei (T3-T4) dovrebbe riflettere direttamente la capacità tiroidea di produrli e quindi la sua più o meno adeguata funzionalità. Tuttavia come già detto le sindromi eutiroidee mimano tale comportamento inducendo in errore. La misurazione della tireotropina (TSH) fornisce informazioni supplementari che possono aiutare a distinguere le due sindromi ma con diversi limiti.


Ecografia tiroidea
L’ecografia specialistica della tiroidea fornisce informazioni utili soprattutto in presenza di ipotiroidismo
primario da tiroidite infiammatoria in fase avanzata, dove ai cambiamenti ormonali si associano i
cambiamenti anatomici ed ecostrutturali. La metodica non consente comunque di emettere una diagnosi
definitiva.


Esami di screening per la ricerca di patologie concomitanti
La ricerca di patologie concomitanti non tiroidee che possano generare gli stessi sintomi del nostro
paziente, è un elemento cardine nell’iter diagnostico.

L’identificazione di altre condizioni patologiche con diagnosi di certezza, consentirà di concentrarci su queste ultime escludendo o considerando meno probabile la disfunzione tiroidea; in questi casi risolta la malattia concomitante si ottiene anche la normalizzazione degli ormoni tiroidei.

Dunque, come posso sapere con certezza sei il mio cane è affetto o meno da ipotiroidismo? La diagnosi di certezza nel cane passa necessariamente per i testi dinamici che si svolgono mediante la somministrazione di ormoni stimolanti la tiroide oppure attraverso metodiche avanzate di diagnostica per immagini quali la scintigrafia tiroidea;

entrambe le metodiche sono tuttavia ancora oggi molto costose e poco disponibili.
Nella maggior parte dei casi si costruisce il sospetto della malattia sulla base di un puzzle diagnostico che metta insieme vari elementi derivanti dalle diverse metodiche sopra-elencate e dalla concomitante assenza di malattie contestuali.

Una adeguata interpretazione di tali elementi da parte di un esperto medico internista o endocrinologo, consente di emettere un valido sospetto diagnostico per la patologia, sebbene la diagnosi definitiva rimanga qualche volta dubbia.

Altri contenuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *